•  
  •  
 

e-Scripta Romanica

Title

Scene of the encounter between the poet and the Muse in the poem Urania by Alessandro Manzoni in the light of the classical tradition. Structural analysis

Italian Title

Scena dell’incontro tra il poeta e la Musa nel poemetto Urania di Alessandro Manzoni alla luce della tradizione classica. Analisi strutturale

Abstract

The short poem Urania is the last neoclassical work of Alessandro Manzoni, one of the greatest representatives of Italian Romanticism. This paper analyses the chance meeting between Pindar and the Muse Urania. It examines whether this scene is structured in the same way as those in which chance meetings between poets and divinities take place in ancient literature. My analysis is inspired by research conducted by Tomasz Mojsik — a Polish scholar in history and classical philology — on the role of the Muses in Ancient Greek culture.

Italian Abstract

Il poemetto Urania è l’ultimo lavoro neoclassico di Alessandro Manzoni, uno degli esponenti del Romanticismo italiano. L’obiettivo del mio articolo è l’analisi della scena dell’incontro fra il poeta Pindaro e la Musa Urania. Le mie ricerche mirano a riconoscere le relazioni tra la scena del poemetto e la tradizione classica dell’incontro di un poeta con una divinità ispiratrice. Le mie analisi sono ispirate alle ricerche di Tomasz Mojsik, storico e filologo classico polacco, sul ruolo delle Muse nella cultura della Grecia antica.

Keywords

Manzoni, Neoclassicism, Urania, Pindar, classical tradition

Italian Keywords

Manzoni, Neoclassicismo, Urania, Pindaro, tradizione classica

References

MANZONI, A. (1945): Liriche e tragedie. L. RUSSO (a cura di). Firenze: Sansoni.

MANZONI, A. (1992): Poesie prima della conversione. F. GAVEZZANI (a cura di). Torino: Einaudi.

PAUZANIASZ (2005): Wędrówki po Helladzie. U stóp Apollina. H. PODBIELSKI (trad.). Wrocław: Ossolineum-DeAgostini.

PLATON (2008): Obrona Sokratesa. Krition. Uczta. T. WITWICKI (trad.). Warszawa: Hachette.

RIPA, C. (1766): Iconologia. Perugia: Stamperia di Piergiovanni Costantini.

VICO, G. B. (1992): Principi di scienza nuova. Milano: Mondadori.

ALBERTI, G. (1969): “Alessandro Manzoni”. E. CECCHI e N. SAPEGNO (a cura di): Storia della letteratura italiana. L’Ottocento, vol. VII. Milano: Garzanti, pp. 621-745.

ACCAME BOBBIO, A. (1963): La formazione del linguaggio lirico manzoniano, Roma: Edizioni di storia e letteratura.

BIANCO, G. (2009): Francesco De Sanctis. Cultura classica e critica letteraria, Napoli: Alfredo Guida Editore.

CALDERARO, G. (1937): Alessandro Manzoni e il mondo latino e greco, Firenze: La Nuova Italia.

DANIELEWICZ, J. (2001): “Wstęp”. J. DANIELEWICZ (a cura di): Liryka starożytnej Grecji. Warszawa – Poznań: PWN, pp. 12-148.

DE GUBERNATIS, A. (1879): Alessandro Manzoni. Studio biografico, Firenze: Successori Le Monnier.

FINOTTI, F. (1998): “Il «sublime patetico» del Monti”. Lettere Italiane, vol. LX, n. 4, pp. 528-553.

FRARE, P. (1999): “Dalla «splendida bile» alla «socratica ironia»: Parini e Manzoni”. B. MARTINELLI, C. ANNONI e G. LANGELLA (a cura di): Le buone dottrine e le buone lettere. Brescia per il bicentinario della morte di Giuseppe Parini, 17-19 novembre 1999, Milano: Vita e Pensiero, pp. 229: 555.

MOJSIK, T. (2011): Antropologia metapoetyki. Muzy w kulturze greckiej od Homera do końca V w. p. n. e. Warszawa: Wydawnictwo Meriton.

PRANDOLINI, G. (2003): “Alessandro Manzoni. Mitologia come idolatria”. R. BERTAZZOLI (a cura di): Dal neoclassicismo al decadentismo, vol. III: Il mito nella letteratura italiana [a cura di P. GIBELLINI]. Brescia: Morcelliana, pp. 134-157.

PRINA, B. (1874): Alessandro Manzoni. Studio biografico e critico. Milano: Fratelli Rechiedei Editori.

First Page

39

Last Page

45

Language

ita

Share

COinS